Messaggio della Capo Guida e del Capo Scout d’Italia per la Giornata del Pensiero 2024

Data:
22 Febbraio 2024

La Capo Guida e il Capo Scout d’Italia hanno preparato per il Thinking Day 2024 una lettera per tutta l’Associazione!

Alle coccinelle e ai lupetti
Alle guide e agli esploratori
Alle scolte e ai rover
Alle capo, ai capi e agli assistenti ecclesiastici

Carissime e carissimi,
rivolgiamo a tutti voi un abbraccio speciale per la Giornata del Pensiero 2024!

Speciale perché nel 2024 l’AGESCI compie 50 anni!
Quindi un anno importante, per tutti noi. 50 anni di Promessa da guide e da scout che con l’aiuto di Dio, nelle nostre comunità di appartenenza, ci ritrova ancora oggi sempre pronti a fare del proprio meglio, con onore, umiltà gioia e spirito di servizio orientato alla felicità dell’altro, con uno stile così bello che B.-P. volle trascrivere nella Legge scout.

L’AGESCI è un unico camminare insieme, perché in questi cinque decenni ha imparato ad essere un’unica grande comunità di capi e ragazzi, testimoni, ciascuno per la propria parte, di cambiamento nella Società e nella Chiesa, attraverso soprattutto l’impegno nei territori dei
tantissimi Gruppi situati in ogni parte d’Italia.

Abbiamo scritto una storia lunghissima in questi 50 anni, storie di impegno e di felicità che hanno accompagnato il cammino di tanti compagni di strada che vi hanno preceduti e che hanno scritto, con i loro passi, un pezzettino importante della storia di questo Paese.
Ma adesso tocca a noi aprire nuove piste, sentieri e strade! E il tema della Giornata del Pensiero di quest’anno ci indica l’obiettivo: il nostro mondo, il nostro futuro rigoglioso!

Per raggiungerlo dobbiamo esserci proprio tutti nell’impegno verso la custodia del Creato, stretti in un patto che impegni insieme tutte le generazioni. Seriamente!

E allora rigogliosa sia la nostra Promessa, il faro che ci guida in questo percorso che ci rende cittadini consapevoli e responsabili del nostro pianeta, impegnandoci a preservare, a proteggere la bellezza e la diversità della natura.

Rigogliose siano le nostre buone azioni in risposta alla domanda “Cosa sto facendo, quale contributo sto offrendo per migliorare l’ambiente che mi circonda?”.

Rigoglioso sarà il nostro futuro ogni volta che ci impegneremo per il riconoscimento planetario dei diritti dei “resi poveri” a partecipare ai processi decisionali per la gestione dell’ambiente e dello sviluppo dei propri paesi. È un impegno che ci chiede di scegliere da che
parte stare. Sia per noi di esempio, il sacrificio fino alla vita di tanti testimoni, come Suor Dorothy Stang, missionaria uccisa nella foresta amazzonica nel 2005, una delle prime martiri per la causa del Creato.

La natura è la nostra maestra silenziosa. B.-P. diceva che la natura è il libro che dobbiamo imparare a leggere attraverso l’osservazione e lo studio delle cose belle che essa contiene e che ci conducono a Dio. Ogni passo che facciamo, ogni campo che attraversiamo e ogni fuoco che
accendiamo siano intrisi di rispetto per la terra, per l’aria e per l’acqua che ci circondano. Ridurre, riutilizzare, riciclare e proteggere la biodiversità diventino parte integrante del nostro stile di vita, dimostrando che il nostro impegno si traduce in gesti concreti.

Di cuore auguriamo a ciascuno di voi la gioia rigogliosa del nostro impegno:
«Che cosa chiedi? Di diventare uno scout, una guida.
Per quanto tempo? Se piace a Dio per sempre».
Buona Giornata del Pensiero 2024!

Daniela Ferrara e Fabrizio Marano

La Capo Guida e il Capo Scout d’Italia

Ultimo aggiornamento

22 Febbraio 2024, 11:46